squalo nutrice

squalo nutrice
03/08/2010

Possiede una pelle molto dura e un paio di barbigli sotto la bocca, che gli consentono di trovare gli invertebrati di cui si nutre. La piccola bocca e l’ampia faringe costituiscono un potente mezzo di risucchio che permette a questo squalo di cibarsi mentre nuota ad alte velocità. Trascorre le giornate riposandosi sul fondale, in caverne o crepacci, dove può essere visto in gruppi di individui che, a volte giacciono in pile, uno sopra l’altro. Sono animali notturni, trascorrono gran parte del giorno in grandi gruppi inattivi (fino a 40 individui). Restano nascosti sotto sporgenze sommerse o in fessure nel reef; sembra preferire posti specifici per riposare e vi fa ritorno ogni giorno dopo la caccia notturna. Gli squali nutrice sono noti anche per il nuoto relativamente lento e la capacità di attivare una sorta di “sistema di pompaggio” dell’acqua che consente il mantenimento di un flusso costante d’acqua lungo le branchie (e quindi un’efficace respirazione) Durante la notte gli squali sono spesso solitari; trascorrono la maggior parte del tempo cacciando sui fondali marini. Si cibano principalmente di crostacei, molluschi, tunicati, pesci, organismi bivalvi e altri invertebrati come i polpi, i granchi, le aragoste, i gamberetti, i ricci di mare, le lumache di mare. Si pensa che si cibino di pesci addormentati, che sarebbero più veloci dello squalo e quindi difficili prede durante la veglia; nonostante la piccola bocca limiti la dimensione delle potenziali prede, gli squali hanno una grande cavità all’interno della gola che permette loro di risucchiare i pesci di cui intendono cibarsi. Gli squali nutrice si possono nutrire, anche, di alghe e coralli.Alcuni esemplari sono stati osservati mentre riposavano col corpo retto dalle pinne, creando una sorta di trappola per i crostacei che poi aggrediscono e mangiano. Studi degli scienziati del Mote hanno mostrato che, in media, uno squalo nutrice, replica ogni fila frontale di denti ogni 10 – 14 giorni in estate, quando mangia attivamente, e ogni uno o due mesi in inverno, quando sono meno attivi. Il grado di specializzazione nel mangiare si evidenzia dalla forma e dalle dimensioni dei denti. Infatti i piccoli denti conici dello squalo nutrice servono per rompere i gusci dei crostacei e dei molluschi di cui si nutre. Il periodo di accoppiamento è compreso tra la fine di giugno e quella di luglio. Gli squali nutrice sono vivipari aplancentati, ossia le uova si sviluppano e si schiudono nel corpo della femmina dove il piccolo resta fino alla nascita. Il periodo di gestazione dura sei mesi e il numero dei cuccioli è solitamente compreso tra 21 e 28. Il ciclo riproduttivo è biennale, poiché la femmina impiega 18 mesi per creare altre uova. I giovani squali di questa specie nascono completamente sviluppati e lunghi circa 30 cm, li caratterizza una colorazione a macchie che sparisce con gli anni. Lo squalo nutrice raggiunge la maturità riproduttiva all’età di 15 – 20 anni. La pesca di questi squali non è molto estesa, ma per la loro pigrizia sono facili prede dei pescatori locali. La loro pelle è incredibilmente resistente e viene utilizzata in abbigliamenti costosi. La carne viene consumata fresca o conservata sotto sale e il fegato viene utilizzato per produrre olio. Sono stati riportati alcuni attacchi avvenuti senza apparente provocazione da parte dell’uomo, ma generalmente viene considerato innocuo.

Benvenuti nel mondo di Costa Edutainment
  • © Acquario di Cattolica - P.iva 03362540100 - REA 333033