Salva una specie in pericolo

Salva una specie in pericolo
05/04/2011

E’ NATO IL PROGETTO “SALVA UNA SPECIE IN PERICOLO”
L’Acquario di Cattolica consapevole che solo attraverso la conoscenza si può intervenire per la conservazione dell’ambiente, si è fatto promotore di: “Salva una specie in pericolo” un progetto nato per contribuire attivamente ai programmi nazionali e internazionali con l’obiettivo di valorizzare e sostenere tutte quelle realtà selezionate che si impegnano concretamente nella tutela e nella salvaguardia delle specie minacciate.
“Salva una specie in pericolo” si affianca a strutture come il Saint Louis Zoo, un giardino zoologico degli Stati Uniti, che insieme al Wild Care Institute guida i progetti di conservazione dei pinguini di Humboldt di Punta San Juan in Perù insieme stanno lavorando per designare questo luogo quale riserva marina protetta. Purtroppo l’incontrollata ed eccessiva pesca, la raccolta di guano per uso fertilizzante in agricoltura, ha portato la popolazione dei Pinguini di Humboldt a diminuire significativamente negli ultimi 20 anni. Oggi questa specie è indicata dalla Red List della IUCN (Unione Mondiale per la Conservazione della Natura) come a rischio di estinzione. Un altro capitolo di “Salva una specie in pericolo” è dedicato alle tartarughe marine e va a sostegno di uno dei centri di recupero di tartarughe marine(Caretta caretta) tra i più importanti del Mediterraneo: il Turtle Point di Napoli. Un centro di divulgazione e di sensibilizzazione ambientale, una sezione distaccata della Stazione Zoologica“Anton Dohrn” di Napoli, specializzata nella cura e nella riabilitazione delle tartarughe marine, trovate in difficoltà a causa delle attività umane.
Questa grande sinergia tra la Stazione Zoologica “Anton Dohrn” e l’ Acquario di Cattolica è partita nel 2008, e ha dato vita nel 2009 al primo Asilo per le tartarughe marine, strutturato all’ interno dell’ Acquario. Un luogo nato per ospitare giovanissime tartarughe marine durante le fasi più vulnerabili della loro vita in un ambiente protetto che garantisce loro un periodo di convalescenza prima di essere reintrodotte in natura. Una volta recuperate e curate dalla stazione di Napoli, le giovani tartarughe vengono ospitate nell’Asilo all'Acquario di Cattolica, dove lo staff acquariologico si impegna a monitorare le variazioni di peso e taglia dei vari esemplari fino a garantirne un perfetto stato per affrontare il mare aperto. Fino ad oggi sono 4 gli esemplari che hanno ripreso il mare dopo la convalescenza a Cattolica e tuttora due sono in cura.
Per gli squali, un altro animale a forte rischio di estinzione, “Salva una specie in pericolo” organizza una importante campagna di sensibilizzazione e una raccolta di firme da consegnare a fine stagione (attraverso apposite cartoline oppure on line) ai parlamentari italiani. Una campagna che coinvolga l’opinione pubblica, i mass media e che arrivi ai politici del nostro paese allo scopo di inserire le specie di squali più a rischio in Mediterraneo, tra le specie protette. Tutto il progetto “Salva una specie in pericolo” già on line sul nuovo sito internet dedicato: www.salvaunaspecie.it
Un sito interattivo che permette di venire informati e sostenere le realtà e le campagne di salvaguardia, di inviare on line la firma a tutela degli squali, e di aderire ai progetti: Squaloanch’io, Tartamica o Pinguiniamo con l’acquisto di un peluche si può sostenere un progetto.
Un area del sito illustra come diventare Ambienturista e prenotare una vacanza nelle oltre 50 strutture alberghiere di Cattolica che ad oggi hanno sposato pienamente questo progetto, dotandosi di un urna per la raccolta fondi da devolvere direttamente ai progetti nazionali e internazionali sopra citati. Questo progetto ha ricevuto il Patrocinio del Comune di Cattolica ed è in attesa di quello del Ministero Ambiente.

Benvenuti nel mondo di Costa Edutainment
  • © Acquario di Cattolica - P.iva 03362540100 - REA 333033