top_img

Scopri il nostro Mondo

UNIVERSITA' E RICERCA

progetti formativi ed orientamento

Il tirocinio formativo e di orientamento, rivolto a laureandi, è da considerarsi parte integrante del processo formativo dello studente. E’ uno strumento facoltativo ed è una delle attività che mirano a favorire un confronto sempre più stretto e sistematico con le differenti realtà sociali e produttive e con i problemi connessi alla professione alla quale ci si sta avviando.


L’attività di tirocinio presenta molteplici valenze:
- rappresenta per lo studente un momento di pratica attuazione delle competenze acquisite nel corso di studi;
- agevola e rende efficace la scelta professionale dello studente attraverso una più concreta conoscenza del mondo del lavoro;
- favorisce l’interazione tra l’Università e il territorio, inteso come apparato produttivo di beni e/o servizi per la società;

Dove si svolge: il tirocinio è solitamente un’attività svolta all’esterno dell’Ateneo, presso aziende o enti pubblici e privati, studi professionali, imprese commerciali, società, ecc..

Quanto dura: ogni corso di studi stabilisce la durata del tirocinio secondo un criterio di congruità con i tempi generali della didattica e per i tirocini svolti all’esterno dell’Ateneo, compatibile con le normative in vigore (la durata massima del tirocinio non può essere superiore a 12 mesi). Se svolto all’interno di aziende o enti lo studente segue, in genere, lo stesso orario di lavoro dei dipendenti.

 

Individuale o di gruppo?

i tirocini sono preferibilmente di natura individuale e per ciascun allievo è previsto un distinto progetto formativo; in casi specifici, anche a seconda delle disponibilità degli enti ospitanti, possono essere svolti da gruppi di allievi contemporaneamente.

Cosa si fa: l’attività prevista per lo studente sarà principalmente pratica e attuativa delle competenze acquisite nell’ambito del corso di studi. Per ciascun allievo tirocinante viene definito preventivamente un progetto formativo, d’accordo con l’azienda o ente ospitante.

Tutorato: ogni studente coinvolto in attività di tirocinio è seguito da un “tutore” interno all’Università (un docente) e da un “referente” designato dall’azienda o ente che lo ospita. I due responsabili hanno il compito di monitorare e valutare, coordinandosi, l’attività oggetto del tirocinio.

Legislazione: alcune delle leggi che dispongono in materia di tirocini sono: Art. 18, Legge 196/97; per quanto non espressamente previsto dal presente regolamento si applicano le disposizioni contenute nel DM 142/98 “ – Legge 24/06/1997, ”Regolamento recante norme di attuazione dei principi e dei criteri di cui all’art.18 l. 196/97, sui tirocini formativi e di orientamento al lavoro”

L’ Acquario di Cattolica offre la possibilità di svolgere Tirocini Formativi e di Orientamento sia nel settore Acquariologico sia nel settore Didattico Culturale.

La durata dei tirocini proposta all’interno delle strutture dell’acquario è legata alla decisione dell'Ateneo di riferimento (per un minimo di 150 ore totali).  Tale periodo è necessario per acquisire un’esperienza di base, sia nella gestione quotidiana degli impianti acquariologici, sia nell’elaborazione ed attuazione pratica dei Progetti didattici.


Per offrire chiarezza agli studenti interessati vengono riportati qui di seguito i programmi di tirocinio, specificandone la tempistica dello svolgimento e gli scopi:

 

1. TIROCINI SETTORE ACQUARIOLOGICO


Approccio e approfondimento delle principali tecniche di mantenimento in sistemi a circuito chiuso di organismi acquatici marini. Affiancamento al personale acquariologico durante l’intera giornata lavorativa.

Frequenza totale 3 Mesi ( dalle ore 08.00 alle ore 19.00 )

SETTIMANA I ( MESE I° )

1° giorno: Visita al Parco: presentazione e spiegazione generale vasche acquari e relativi impianti (Tutor aziendale);
2°, 3°, 4° e 5° giorno: presentazione dello studente al personale acquariologico e primi approcci con gli animali e gli impianti, sotto supervisione dei Responsabili settori Mediterraneo e Tropicale.

SETTIMANE II, III e IV ( MESE I° )

Inserimento del tirocinante nella routine giornaliera ad opera dei Responsabili di settore:
- controlli giornalieri routinari ad animali e impianti; - somministrazione cibo; - pulizia vasche; - preparazione cibo e integratori alimentari.
Periodo necessario all’apprendimento di professionalità relative ai diversi aspetti del complesso lavoro di acquarista.

MESE II°

1° giorno: momento di verifica con Tutor aziendale delle esperienze delle settimane precedenti e spiegazione dettagliata funzionamento impianti acquariologici.
Continua affiancamento nel lavoro di routine nel settore acquariologico con particolare attenzione a:
- allevamento e stabulazione meduse; - allevamento e stabulazione cavallucci marini; - allevamento, stabulazione e riproduzione pesci marino tropicali; - impianti colture parallele; - allevamento e stabulazione invertebrati marini, tropicali e mediterranei.

MESE III°

Si prosegue il lavoro impostato nei primi due mesi e in più, il Lunedì, Mercoledì e il Venerdì mattina di ambedue, lo studente affiancherà il Responsabile Veterinario nelle consuete analisi settimanali dei parametri chimico-fisici dei campioni d’acqua delle vasche.


2. TIROCINI SETTORE DIDATTICO-CULTURALE


Approccio e approfondimento delle metodiche e degli strumenti didattico/culturali a tema ambientale marino per l’età scolare proposti all’ Acquario di Cattolica

Frequenza totale 3 Mesi ( dalle ore 09.00 alle 18.30 )

- inserimento all’interno del Dipartimento Didattico Culturale, affiancamento al Responsabile Dipartimento Didattico (circa 80 ore):

Argomenti: cos’è un Dipartimento Didattico Culturale, come si gestisce (contatti con scuole-promozione, formazione personale addetto alle guide, organizzazione visite e aule didattiche), quali obiettivi perseguire, rapporto con insegnanti e studenti.

- in relazione al periodo di svolgimento del tirocinio (le attività variano in base all’anno scolastico) attività pratiche proposte in affiancamento al personale aziendale:

1. Progetti Didattici di Biologia-Geologia-Archeologia (per materne, elementari, medie e superiori); partecipazione personale ai progetti, approfondimento degli strumenti didattici utilizzati, analisi rapporto con gli studenti e insegnanti, possibilità elaborazione proprio progetto personale;

2. Visite guidate (per materne, elementari, medie e superiori): affiancamento alle visite, approfondimento delle metodiche didattiche utilizzate e dell’organizzazione del percorso, analisi rapporto con gli studenti e insegnanti, possibilità elaborazione visita personale

3. Laboratori (per materne, elementari, medie e superiori) : partecipazione personale ai laboratori, approfondimento degli strumenti didattici utilizzati, analisi rapporto con gli studenti e insegnanti, possibilità elaborazione proprio progetto personale;

4. Laboratori in barca (per elementari e medie): partecipazione personale alle uscite in barca, approfondimento degli strumenti didattici utilizzati, analisi rapporto con gli studenti e insegnanti, possibilità elaborazione proprio progetto personale


Per qualunque informazione riguardante i tirocini contattare:

Acquario di Cattolica
Stefano Gridelli 
Tel. 0541-837909, 0541-837986 
sgridelli@acquariodicattolica.it

Acquario di Cattolica – Piazzale delle Nazioni, 1/A – 47841 Cattolica (RN)
Tel. 0039(0)541/837.1 – Fax 831350 e-mail: Info@acquariodicattolica.it – www.acquariodicattolica.it

Torna su


BIGLIETTO ON-LINE

programmi tirocini curriculari

Il Tirocinio Curriculare è rivolto agli studenti ed è parte integrante del percorso di studio dello studente per il conseguimento del Diploma. Prevede attività formative pratiche svolte in strutture anche esterne all’Ateneo che mirano a favorire un confronto sempre più stretto e sistematico con le differenti realtà sociali e produttive e con i problemi connessi alla professione alla quale ci si sta avviando.


L’attività di tirocinio presenta molteplici valenze:
- rappresenta per lo studente un momento di pratica attuazione delle competenze acquisite nel corso di studi;
- agevola e rende efficace la scelta professionale dello studente attraverso una più concreta conoscenza del mondo del lavoro;
- favorisce l’interazione tra l’Università e il territorio, inteso come apparato produttivo di beni e/o servizi per la società;

Quando si affronta: vista la sua natura professionalizzante, il tirocinio si svolge in un periodo di alcuni mesi, generalmente collocato al termine del corso di studi.
Quanto dura: ogni corso di studi stabilisce la durata del tirocinio secondo un criterio di congruità con i tempi generali della didattica e, per i tirocini svolti all’esterno dell’Ateneo, compatibile con le normative in vigore. Se svolto all’interno di aziende o enti lo studente segue, in genere, lo stesso orario di lavoro dei dipendenti.


E’ obbligatorio?

nei corsi di diploma universitario il tirocinio è esplicitamente previsto nel manifesto degli studi ed è quindi obbligatorio e soggetto ad una valutazione finale.


Individuale o di gruppo?

i tirocini sono preferibilmente di natura individuale e per ciascun allievo è previsto un distinto progetto formativo; in casi specifici, anche a seconda delle disponibilità degli enti ospitanti, possono essere svolti da gruppi di allievi contemporaneamente.


Cosa si fa:

l’attività prevista per lo studente sarà principalmente pratica e attuativa delle competenze acquisite nell’ambito del corso di studi. Per ciascun allievo tirocinante viene definito preventivamente un programma formativo di massima, d’accordo con l’azienda o ente ospitante. L’attività di tirocinio può evolvere successivamente nell’elaborazione della Tesi di Laurea.


Tutorato:

ogni studente coinvolto in attività di tirocinio è seguito da un “tutore” interno all’Università (un docente) e da un “referente” designato dall’azienda o ente che lo ospita. I due responsabili hanno il compito di monitorare e valutare, coordinandosi, l’attività oggetto del tirocinio.


Libretto-diario del tirocinante: il tirocinante ha l’obbligo di registrare l’attività giornaliera svolta nell’apposito libretto-diario rilasciato dalla competente Segreteria prima dell’inizio del tirocinio. Il libretto-diario è controfirmato, al fine della certificazione delle presenze e dell’attività svolta, dal Responsabile dell’Azienda o Ente ospitante
L’Acquario di Cattolica offre la possibilità di svolgere Tirocini Curriculari sia nel settore Acquariologico sia nel settore Didattico Culturale.


La durata minima dei tirocini all’interno delle strutture dell’acquario è di 250 ore totali, 8 ore al giorno dal lunedì al venerdì, conformandosi all’orario di lavoro già esistente.


Tale periodo è necessario per acquisire un’esperienza di base, sia nella gestione quotidiana degli impianti acquariologici, sia nell’elaborazione ed attuazione pratica dei Progetti didattici.
L’azienda riconosce allo studente la possibilità di fruire delle convenzioni per i dipendenti aziendali in essere presso il Bar e il Ristorante presenti all’interno della struttura.

Per offrire chiarezza agli studenti interessati vengono riportati qui di seguito le schede dei progetti di tirocinio, specificandone la tempistica dello svolgimento e gli scopi:


1. TIROCINI SETTORE ACQUARIOLOGICO

 

Approccio e approfondimento delle principali tecniche di mantenimento in sistemi a circuito chiuso di organismi acquatici marini. Affiancamento al personale acquariologico durante l’intera giornata lavorativa.

Frequenza totale 250 ore ( dalle ore 08.00 alle ore 19.00 )

SETTIMANA I

1° giorno: Visita al Parco: presentazione e spiegazione generale vasche acquari e relativi impianti (Tutor aziendale);
2°, 3°, 4° e 5° giorno: Presentazione dello studente al personale acquariologico e primi approcci con gli animali e gli impianti, sotto supervisione dei Responsabili settori Mediterraneo e Tropicale.

SETTIMANE II E III

Inserimento del tirocinante nella routine giornaliera ad opera dei Responsabili di settore: - controlli giornalieri routinari ad animali e impianti; - somministrazione cibo; - pulizia vasche; - preparazione cibo e integratori alimentari.
Periodo necessario all’apprendimento di professionalità relative ai diversi aspetti del complesso lavoro di acquarista.

SETTIMANA IV

1° giorno: Momento di verifica con Tutor aziendale delle esperienze delle settimane precedenti e spiegazione dettagliata funzionamento impianti acquariologici.
Continua affiancamento nel lavoro di routine nel settore acquariologico con particolare attenzione a:
- allevamento e stabulazione meduse; - allevamento e stabulazione cavallucci marini; - allevamento, stabulazione e riproduzione pesci marino tropicali; - impianti colture parallele; - allevamento e stabulazione invertebrati marini, tropicali e mediterranei…..
In questo stadio delle formazione si potranno inserire anche piccoli progetti di ricerca o di studio da stabilire con il Curatore, i Responsabili di settore e il Tutor aziendale (tenendo conto del breve tempo disponibile). Nel caso di progetti particolari, esiste la possibilità, in accordo con l’Università, di prolungare il periodo di tirocinio oltre le 250 ore.

SETTIMANE V E VI

Si prosegue il lavoro impostato nella VI Settimana e in più, il Lunedì, Mercoledì e il Venerdì mattina di ambedue le settimane, lo studente affiancherà il Responsabile Veterinario nelle consuete analisi settimanali dei parametri chimico-fisici dei campioni d’acqua delle vasche.

SETTIMANA VII

Lunedì verifica finale degli aspetti positivi e negativi dell’esperienza e SALUTI!


2. TIROCINI SETTORE DIDATTICO-CULTURALE

 

Approccio e approfondimento delle metodiche e degli strumenti didattico/culturali a tema ambientale marino per l’età scolare proposti all’ Acquario di Cattolica

Frequenza totale 250 ore ( dalle ore 09.00 alle 18.30 )

- inserimento all’interno del Dipartimento Didattico Culturale, affiancamento al Responsabile Dipartimento Didattico (circa 80 ore):

Argomenti: cos’è un Dipartimento Didattico Culturale, come si gestisce (contatti con scuole-promozione, formazione personale addetto alle guide, organizzazione visite e aule didattiche..), quali obiettivi perseguire, rapporto con insegnanti e studenti….

- in relazione al periodo di svolgimento del tirocinio (le attività variano in base all’anno scolastico) attività pratiche proposte in affiancamento al personale aziendale (circa 170 ore):

1. Progetti Didattici di Biologia-Geologia-Archeologia (per materne, elementari, medie e superiori); partecipazione personale ai progetti, approfondimento degli strumenti didattici utilizzati, analisi rapporto con gli studenti e insegnanti, possibilità elaborazione proprio progetto personale;

2. Visite guidate (per materne, elementari, medie e superiori): affiancamento alle visite, approfondimento delle metodiche didattiche utilizzate e dell’organizzazione del percorso, analisi rapporto con gli studenti e insegnanti, possibilità elaborazione visita personale

3. Laboratori (per materne, elementari, medie e superiori): partecipazione personale ai laboratori, approfondimento degli strumenti didattici utilizzati, analisi rapporto con gli studenti e insegnanti, possibilità elaborazione proprio progetto personale;

4. Laboratori in barca (per elementari e medie): partecipazione personale alle uscite in barca, approfondimento degli strumenti didattici utilizzati, analisi rapporto con gli studenti e insegnanti, possibilità elaborazione proprio progetto personale

 

Per qualunque informazione riguardante i tirocini contattare:

Acquario di Cattolica
Responsabile Rapporti esterni Acquariologia
Da Rugna Cristiano

Tel 0541-837710 - 0541-837978
cdarugna@acquariodicattolica.it

PARCO LE NAVI Soc.Coop.ARL– Acquario di Cattolica – Piazzale delle Nazioni, 1/A – 47841 Cattolica (RN)
Tel. 0039(0)541/837.1 – Fax 831350 e-mail: Info@acquariodicattolica.it – Internet: www.acquariodicattolica.it
 

Torna su


BIGLIETTO ON-LINE