top_img

Scopri il nostro Mondo

MEDUSE

meduse a quadrifoglio

Le meduse, organismi misteriosi ed affascinanti che nessuno di noi vorrebbe mai incontrare, se non visitando un acquario, sono costituite per il 90% da acqua e presentano un corpo a forma di paracadute e una serie di tentacoli urticanti di lunghezza e forma variabile.

La Medusa a Quadrifoglio è una medusa cosmopolita molto comune in Mediterraneo. Presenta un ombrello molle, gelatinoso, a forma di coppa, il cui margine appare sfrangiato per la presenza di numerosi e corti tentacoli cavi. Facilmente riconoscibile per il particolare disegno a forma di quadrifoglio nella campana, questa medusa può raggiungere i  40 cm di diametro. In genere si nutre di piccoli organismi  catturati con i tentacoli urticanti.

Torna su

meduse
meduse
meduse

la riproduzione delle meduse a quadrifoglio

La fecondazione nelle meduse Aurelia avviene all’interno di fossette, presenti sulle braccia orali. In queste camere incubatrici temporanee hanno luogo sia la fecondazione che lo sviluppo dell’uovo sino allo stadio di planula. Dopo un breve periodo di vita trasportata dalle correnti, la planula si fissa sul fondo ed evolve in una larva polipoide detta scifistoma. In particolari periodi dell’anno, sotto l’influenza di fattori ormonali ed ambientali, lo scifistoma produce giovani meduse grazie ad un processo di divisione detto strobilazione: lo sviluppo di nuove meduse avviene grazie alla liberazione di meduse immature (efire), che col passare del tempo si trasformeranno in meduse adulte.

Torna su

cassiopea andromeda la medusa delle mangrovie

A Cassiopea andromeda, forse sempre per quell’antica punizione divina, è stato tolto l’unico sistema di difesa delle meduse e oggi si trova nei fondali sabbiosi delle profondità marine a vagare silenziosa senza potersi difendere. Tutto questo per l’antico vizio della vanità.
A dire il vero, vederla appoggiata sul fondo sabbioso non è poi così bella come dice di essere ma se solo verrà distolta dalla pigrizia e le si offrirà la possibilità di fluttuare a mezz’acqua allora si avrà un saggio del suo splendore e rivedremo la vanitosa Cassiopea tanto bella quanto superba.
 

Torna su