top_img

Scopri il nostro Mondo

I CUCCIOLI DI SQUALO MARTELLO

marty e gloglo novità 2008

Nasce una nuova vasca all'Acquario di Cattolica per ospitare i cuccioli di squalo Martello. I cuccioli di soli pochi mesi, nati in cattività e quindi non prelevati in natura diventeranno i nuovi protagonisti dell'acquario. In perfetto stato vengono monitorati costantemente dall nostro staff, dopo aver ben superato il viaggio dalla lontana Florida. L'impegno dell'Acquario di Cattolica e la volontà nel continuare la sua missione di sensibilizzazione verso questi spendidi animali nasce dalla forte collaborazione con altre strutture nel non prelevare più gli organismi direttamente dal mare.
 

I protagonisti della vasca:
 

Marty: è il primo cucciolo di Squalo Martello arrivato all'Acquario di Cattolica. Oggi raggiunge delle dimensioni di 70 cm e nuota tranquillamente all'interno della barriera che lo ospita. Caratterizzato dalla classica testa a Martello dal berretto Marty di 1 anno e 7 mesi è diventato immediatamente il protagonista n° 1 della vasca. Vivace e ricco di energie Marty setaccia con attenzione e curiosità ogni singolo anfratto della barriera.
 

Gloglo: è il cucciolo femmina di squalo martello che condivide con Marty lo stesso spazio. Di soli 6 mesi di vita Gloglo raggiunge i 50 cm di dimensioni, ma non sono le dimensioni che la spaventano. Intraprendente, coraggiosa e ricca di vitalità Gloglo si muove con sicurezza nella nuova ambientazione alla riceraca di cibo e felice di condividere lo stesso spazio con il suo fratello più grande.

L'acquario di Cattolica vi aspetta quindi per farvi conoscere Marty e Gloglo.
 

Alcune informazioni su questi animali:
 

Il Corpo

La testa degli squali martello risulta compressa dorso-ventralmente ed allargata lateralmente a formare due espansioni, che nel complesso costituiscono il cosidetto "martello".Tali espansioni sono costituite da tessuto muscolare e connettivo sorrette da cartilagine. Gli occhi, posti alle estremità del martello, sono notevolmente distanziati, mentre lungo il margine anteriore si osservano le narici. I denti non sono molto grandi e, a seconda della specie, possono essere eretti o obliqui e avere i margini lisci o finemente seghettati.
 

L'origine e la funzionalità del capo

I ricercatori si sono a lungo interrogati sulle funzioni dell'originale forma dell capo degli Squali martello. Attualmente risulta chiaro che le ragioni di una forma così peculiare debbano essere multiple, Connesse al movimento ed alla predazione.

Il martello ha forma simile alle ali di un aeroplano, la superficie inferiore risulta appiattita, mentre quella superiore è bombata.La funzionalità di tale organo nella locomozione deve essere notevole poichè tale squalo sembra assai agile e veloce. Come già menzionato le narici sono poste agli estremi delle espansioni del martello, di conseguenza sono assai più distanziate di quanto si osserva normalmente per gli altri squali. Quando lo squalo segue una scia odorosa, il movimento oscillatorio del capo e la disposizione delle narici risultano utili per individuare la pista e non perderla. Più le narici sono distanziate, più il meccanismo diventa funzionale. Anche gli occhi sono eccezionalmente distanziati, di conseguenza la vista risulta stereoscopica.
 

Abitudini e comportamenti

I pesci martello possiedono un cervello sviluppato, forse in relazione con la capacità di condurre una vita sociale avanzata. Senza dubbio l'aspetto più sorprendente della socialità degli squali martello è legato alla loro capacità di formare grandi banchi. Sebbene nei banchi siano presenti individui di entrambi i sessi e di diversa taglia, sono più numerose le femmine giovani di circa 1,7 metri di lunghezza. Tali esemplari, comunicano attraverso un preciso linguaggio corporeo e si contendono la posizione di maggior rilievo al centro del banco.
 

Torna su